L’importanza di una buona tisana

Vediamo quali tisane naturali scegliere per disintossicarsi ed avere tutta l’energia di cui abbiamo bisogno. Le tisane naturali preparate come infusi o decotti cancellano i sensi di colpa e depurano l’organismo. Per rimediare alle grandi abbuffate, può essere utile affrontare un periodo di “remise en forme” tutto al naturale, sfruttando le virtù benefiche e i principi attivi di infusi e tisane, per drenare, purificarsi, eliminare le scorie e ridare all’organismo vitalità e vigore. Non si scappa: i rimedi della nonna, alla fine, sono i migliori. A cominciare dalle care, vecchie tisane alle erbe, le cui proprietà sono note da secoli e a cui recentemente la comunità scientifica ha finalmente riconosciuto il giusto valore. Ve ne suggerisco alcune…

Tisane per purificare la pelle
Fate una tisana con bardana essiccati e fiori di camomilla essiccati.

Tisane per tonificare
Rosmarino ed equiseto hanno tante proprietà terapeutiche e, insieme, diventano un vero e proprio toccasana contro astenia e la perdita di sali minerali.

Tisane per drenare
Esistono piante in grado di riattivare il drenaggio linfatico, come la betulla. Per un’azione antinfiammatoria più decisa non dimentichiamoci il gambo di ananas, che stimola l’eliminazione dei liquidi in eccesso. Il Fucus, invece, è utile quando il metabolismo è lento e occorre stimolarlo per ridurre gli accumuli adiposo. Inoltre si può associare diverse piante officinali, per esempio ippocastano, ginko o edera, e altre in grado di tonificare i capillari rendendoli meno fragili, come la ruta. Altre piante sono invece in grado di agevolare la diuresi e quindi l’eliminazione dei liquidi in eccesso (centella, tarassaco, pilosella).

Tisane per depurare
Uva ursina, Gramigna, Malva, Erica, Rosa canina e equiseto. Un’altra tisana depurativa è quella composta da tarassaco, finocchio, passiflora, betulla e quercia marina. Con equiseto, ortica e gramigna avrete a disposizione un ottimo rimedio per purificare le vie renali, quelle urinarie e depurare l’organismo.

Tisane diuretiche e tisane drenanti: la differenza
Le tisane diuretiche, come dice la parola stessa, sono quei preparati che aiutano il corpo ad espellere naturalmente tanti liquidi in eccesso, attivando l’aumento dell’escrezione di urina. L’azione delle tisane diuretiche è da definirsi differente rispetto a quella delle tisane drenanti, in quanto queste ultime sono coinvolte in un processo di raccolta dei liquidi presenti nel corpo umano e di rimessa in circolazione degli stessi per espellerli, anche sottoforma di sudore, per esempio, o reindirizzarne l’uso.
Le tisane diuretiche servono specificamente per indirizzare l’acqua nei reni, in modo da svolgere una funzione di lavaggio e purificazione degli stessi.

Tre delle erbe immancabili per ottime tisane disintossicanti:
il tarassaco: stimola la diuresi e la depurazione dell’organo. Migliora le funzionalità digestive e intestinali, poiché contribuisce all’espulsione delle tossine, dei ristagni di liquidi e aiuta i reni nel loro lavoro di filtraggio
– il carciofo: abbassa il colesterolo, favorisce la diuresi e la secrezione biliare: è per questo che il carciofo figura tra i primi ingredienti delle tisane disintossicanti
– il cardo mariano: come il carciofo, anche il cardo mariano è epato-protettore, contribuisce cioè a prevenire disturbi di origine epatica e rigenera le cellule del fegato

Tisane per eliminare le tossine
Molto efficace è il decotto alla radice di pungitopo, noto anche come rusco, che stimola la diuresi e permette dunque di eliminare le tossine senza provocare effetti collaterali. Un’alternativa è una tisana con lavanda, borragine, ginestra, viola del pensiero, calendula.

Tisane per depurare fegato e reni
L’ortica depura le il fegato, le vie biliari, i reni, tutti organi che eliminano le tossine. Inoltre contiene oligoelementi e vitamina C.

Tisane per rigenerarsi
Si può ritrovare l’energia con santoreggia essiccata e sminuzzata e rosmarino. Anche l’iperico è utile per affrontare gli stati di affaticamento. Oppure rosmarino e maggiorana.

Tisane per rinvigorire
L’ortica possiede proprietà stimolanti, toniche e diuretiche per l’alto contenuto di sali di potassio, magnesio, sodio e manganese, aiutando a eliminare gli acidi urici. Ottimo bioattivatore dell’organismo e rimedio antistanchezza è la tisana a base di rosa canina ricca di vitamina C.

Tisane per rilassarsi
Lavanda e melissa hanno proprietà riequilibranti sull’umore e sul sistema nervoso. I fiori e le foglie della melissa, in particolare, hanno buone proprietà sedative.
La tisana di biancospino è un vero toccasana contro lo stress, per rilassare i nervi. Oppure mescolate valeriana, avena, melissa, passiflora, luppolo e camomilla.

Tisane lassative
Le tisane lassative contribuiscono infatti a mantenere perfetta la funzionalità dell’intestino, stimolando la peristalsi e favorendo l’evacuazione senza provocare diarrea o dolori addominali.
Tra le principali e più utilizzate fra le tisane lassative, si ricordano quelle a base di erbe come:
Senna, menta, cumino, Liquirizia, finocchio, Tarassaco, Sambuco, Malva, Frangola, finocchio camomilla
Anice, rabarbaro, aloe

Tisane per dormire
Esistono in natura diversi tipi di piante che hanno un effetto sedativo, calmante e anti ansia:
Melissa, Tiglio, Biancospino, Passiflora, Papavero, Asperula, Meliloto, Valeriana, Luppolo, Fiori d’arancio

Per trarre profitto dai benefici delle tisane, gli infusi vanno bevuti in precisi momenti chiave della giornata. Per le dosi per preparare le tisane, chiedete consiglio al vostro erborista o negoziante di fiducia. Vi consiglierà quella più appropriata alle vostre caratteristiche.

You May Also Like

Il Rooibos: la bevanda della salute